Campidoglio, l’Oref lancia l’allarme: nodo debiti, equilibrio finanziario instabile

Il nodo debiti e il bilancio di molte partecipate non approvati rende l’equilibrio del Comune di Roma instabile. E’ quanto ha affermato in Aula Giulio Cesare la presidente dell’Oref (l’organo di revisione economico-finanziaria), Federica Tiezzi. L’Oref, la scorsa settimana, ha dato l’ok con osservazioni alla manovra sull’assestamento di bilancio. “Il fatto che molte partecipate abbiano bilanci non approvati e saldi reciproci non chiari rende l’equilibrio del Comune di Roma instabile, sfuggente al nostro controllo. Questo costituisce un altro elemento di non certezza, come pure i debiti fuori bilancio che in questo assestamento ammontano a 11 milioni”, ha detto Tiezzi. Che ha aggiunto: “Abbiamo posto l’accento sul fatto che ulteriori spazi finanziari devono essere legati prioritariamente all’approvazione dei debiti fuori bilancio. E’ una coperta che si tira di qua e di là ma di cui non si riescono a definire i contorni”. Pronta la replica all’Oref dell’assessore al Bilancio, Andrea Mazzillo: “I rilievi che vengono portati avanti dai revisori sono rilievi che, a mio avviso, rientrano in una sfera che non è più tecnica ma politica, sono scelte che l’amministrazione deve fare. Voglio assicurare tutti i romani che i conti della città sono in ordine, non ci sono problemi”.

Autore

Redazione MunicipioRoma

Redazione MunicipioRoma

Siamo una redazione intraprendente e sempre a caccia di notizie. Il nostro obiettivo è informare, raccontare storie, raccogliere le voci di chi non ha megafoni. Cercheremo di farlo con il massimo impegno, seguendo l’evoluzione delle notizie anche quando – per gli altri – “non fanno notizia”
  • gplus