Trastevere, controlli sulla movida contro degrado e illegalità: in campo vigili e carabinieri

Controlli sulla movida di Trastevere da parte della polizia locale e dei carabinieri. I vigili in due giorni hanno provveduto alla rimozione di oltre 100 veicoli in sosta selvaggia. Giovedì l’attività si è svolta principalmente in via della Lungaretta, via di Sant’Egidio, ma anche a via delle Muratte: gli interventi di polizia amministrativa hanno permesso di togliere dalla strada numerosi prodotti esposti illegalmente, restituendo decoro e fruibilità dei marciapiede: in tutto 3mila sono stati gli articoli sequestrati.  Identificati e sanzionati 8 cittadini di nazionalità bengalese che vendevano cappelli, disegni, monili, cinte, stampe e bracciali, con multe per più di 40mila euro. Venerdi sera rimozioni record, con 57 veicoli portati via, e 102 verbali inviati ad altrettanti automobilisti tra cui 2 che, arrivati in tempo, hanno avuto indietro il veicolo sul posto. Multati inoltre 5 venditori irregolari di monili (artisti di strada). Anche ieri sera, sabato 17 giugno, l’attività degli agenti ha portato risultati importanti:  ben 49 le rimozioni di veicoli, con 133 verbali. Tre sono stati gli “artisti di strada” multati, e 3 sono stati i sequestri di merce abusiva a carico di tre venditori datisi alla fuga.  Su Ponte Sisto sono stati inoltre sequestrati ben 400 prodotti di pasticceria (cornetti e lieviti) posti in vendita in strada senza licenza commerciale: il venditore, identificato, ha ricevuto un verbale amministrativo di 5.160 euro.  A seguito di questa costante presenza, tutta la zona di via della Lungaretta, piazza S. Egidio e S. Maria in Trastevere ha visto la pressoché totale assenza di banchetti di cartone, venditori di aste per selfie e di merce varia. Anche i residenti e i turisti hanno potuto apprezzare una presenza di veicoli relativamente contenuta ed ordinata.

“Nonostante le limitazioni dovute alla mancanza di personale, la polizia locale di Roma Capitale continua a porre in campo il massimo sforzo per contrastare l’illegalità e garantire ordine e decoro anche a Trastevere, in in osservanza alle linee guida dettate dalla sindaca Virginia Raggi”, ha dichiarato il comandante Diego Porta.

I Carabinieri della Compagnia Roma Trastevere, coadiuvati dai militari dell’8° Reggimento “Lazio”, del Nucleo Ispettorato del Lavoro, del Nucleo Antisofisticazioni Sanità  (NAS) e del Nucleo Radiomobile di Roma, nel corso di una massiccia azione di controllo nel quartiere di Trastevere, tradizionale luogo della movida romana, hanno arrestato 6 persone e altre 2 sono state denunciate. Durante l’operazione, finalizzata ad arginare fenomeni di illegalità diffusa, i carabinieri hanno eseguito anche controlli negli esercizi commerciali, ristoranti, bar e pub del rione. Nello specifico, un 23enne di nazionalità olandese, con precedenti, controllato in strada, è stato arrestato perché ricercato in quanto colpito da provvedimento che ne disponeva la custodia cautelare in carcere.
Anche un 28enne tunisino e un 31enne residente ad Aprilia, sempre controllati dai carabinieri nei vicoli trasteverini, sono risultati destinatari di due provvedimenti: il primo, a Roma senza fissa dimora, era ricercato perché a suo carico pendeva un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, per aver reiteratamente violato la misura dell’obbligo di dimora a cui era sottoposto; il secondo invece è stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di carcerazione emessa dal tribunale ordinario di Latina, per maltrattamenti in famiglia.
Un cittadino marocchino di 30 anni, nella Capitale senza fissa dimora e con numerosi precedenti penali, è stato arrestato dopo essere stato sorpreso a cedere dosi di marijuana ad uno studente romano, a sua volta segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo quale assuntore. Al cittadino nordafricano i carabinieri hanno anche sequestrato decine di dosi della stessa sostanza e denaro contante, ritenuto provento della sua illecita attività.
Invece una donna romana di 47anni, con precedenti, è stata arrestata perché sorpresa a cedere una dosa di cocaina ad un ragazzo in via del Moro; altre dosi di cocaina ed eroina sono state rinvenute dai carabinieri di Trastevere presso la sua abitazione.
Infine un romano di 56 anni, già sottoposto agli arresti domiciliari, è stato arrestato per evasione, poiché sorpreso fuori dalla propria abitazione senza autorizzazione.
Le due denunce a piede libero hanno colpito un 24enne romano trovato in possesso di 3 dosi di hashish e 2 di marijuana, e il legale rappresentante di un Bar, di vicolo dè cinque, per aver installato nel locale un impianto di videosorveglianza non autorizzato.
Per quanto riguarda le attività commerciali controllate, i carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno riscontrato in due casi anomalie nell’ambito dei contratti dei lavoratori dipendenti: un ristorante giapponese di viale Trastevere è stato sanzionato per un importo di 3 mila euro, per aver impiegato due camerieri senza la preventiva comunicazione di inizio rapporto; un ristorante di via della Pelliccia è stato sanzionato per un importo di circa 5 mila euro, per avere impiegato un dipendente privo di regolare contratto di assunzione.

Autore

Gianluca Mancuso

Gianluca Mancuso

A Roma dal 2008 ho macinato chilometri lungo le strade della Capitale, nei campi rom e tra le macerie del terremoto all'Aquila. Cronista nelle redazioni di EPolis e DNews, mi sono lanciato in questa avventura con lo spirito di sempre...